Tu sei qui

FOTO STORICHE

 

In questa pagina raccontiamo attraverso le immagini la Storia del Ristorante Granduca. Il nostro racconto lo facciamo partire dagli anni '80, quando il Ristorante si chiamava Le Terrazze. Successivamente due impavidi imprenditori Taorminesi  (Rocco Frisone e Valentino) lo trasformarono nell'attuale "Ristorante Granduca".  Le foto che fanno riferimento a questo periodo, testimoniano lo splendore che in quegli anni Taormina rappresentava nel mondo del Turismo Internazionale. Motivo per il quale i due eccentrici imprenditori, curarono con stile e ricercatezza ogni angolo del grande locale, che comprendeva anche il piano superiore (o piano terra). Dopo un certo periodo di attività frenetica e sfarzosa, dove il Ristorante Granduca di Taormina era diventato il più esclusivo e ricercato Ristorante di tutta la riviera Jonica ed oltre, venne un periodo buio sopraggiunto all'improvviso, a causa di una serie di discordanze tra i soci. A questo punto il Ristorante chiude i battenti . Sembrava che il Ristorante Granduca, con quella formula iniziale non avesse più futuro. Così fu per diverso tempo, malgrado l'avvicendarsi di altri imprenditori a tentare l'esperimento, senza alcun successo. Ma ecco che negli anni '90 un nuovo imprenditore Taorminese (Ettore Manuli, lo stesso della Caravella, della Giara di Taormina e oggi anche del Granduca Beach by La Cambusa di Giardini Naxos), molto più eccentrico e pragmatico dei primi due e di tutti gli altri succedutesi, conclude le trattative con la curatela ed inizia la grande avventura che ancora oggi a distanza di un ventennio persiste, riprendendo la popolarità e i fasti di un tempo ed in più ha saputo collocare il prodotto, diversificandolo con soluzioni "tanto banali quanto efficaci". Progettando una Pizzeria immersa nel lussureggiante parco sottostante, meta prima di coppiette in cerca di intimità, oggi la Pizzeria più esclusiva e panoramica di tutta Taormina. Come non parlare della grande sala del Ristorante, da dove si gode di una magnifica vista del Teatro Greco, che durante la stagione dei Concerti, invoglia gli gli astanti a visitarlo, oltre alla vista della Baia di Villagonia con le innumerevoli barche ormeggiate sotto.